Benvenuto

Benvenuto su questo blog!

domenica 10 luglio 2011

Il valore dell'edificio ecclesiastico in san Massimo il Confessore

Probabile ricostruzione della cupola della chiesa della Santa Sapienza (Hagia Sophia) in epoca bizantina
"Il beato anziano [Dionigi Areopagita], dunque, pensava e non cessava di esortare che il cristiano deve frequentare la santa chiesa di Dio senza mai mancare alla santa sinassi [la Messa] che vi si celebra. Questo, sia a causa dei santi angeli che vi dimorano, i quali notano ogni volta coloro che entrano e li presentano a Dio inviandoGli preghiere per loro; sia a causa della grazia dello Spirito Santo che vi è sempre invisibilmente presente e, soprattutto, in maniera speciale al momento della santa sinassi. Essa rifà e riforma tutti coloro che vi si trovano e, per parlare con esattezza, li rimodella in vista di quant’è più divino, a propria misura, conducendoli a quant’è reso manifesto per mezzo della celebrazione dei misteri (pure se essi stessi non [lo] sentono facendo ancora parte degli infanti in Cristo e sono incapaci di scandagliare la profondità di quanto accade). Essa realizza in loro la grazia della salvezza resa manifesta per mezzo della celebrazione di ciascuno dei divini simboli, procedendo per ordine e metodo da quant’è prossimo fino al termine di ogni cosa".

(Capitolo XXIV della Mistagogia, PG 701 D, 222)

Nessun commento:

Posta un commento

Si prega di fare commenti appropriati al tema. Ogni commento irrispettoso o fuori tema non verrà pubblicato.