Benvenuto

Benvenuto su questo blog!

domenica 10 luglio 2011

L'Απόδειπνον (la Compieta nell'Ufficio delle Ore bizantino)


Il video proposto (è solo una parte su quattro) contiene, invece, l'Apodeipnon nella tradizione liturgica bizantina. Più precisamente, questo è il "piccolo Apodeipnon", che si distingue da quello "grande" eseguito nel periodo quaresimale.
Anche quest'Ufficio presenta una parte iniziale di tipo penitenziale, il Trisagion, dove non esiste però distinzione tra celebrante e monaci, come nel rito romano tradizionale. Segue una parte salmodica (salmi 50, 69, 142), la Grande Dossologia, il Credo, l'antifona alla Vergine Maria Axion Estin.
All'interno dell'Ufficio di Compieta, a questo punto, viene inserito un testo liturgico per chiedere l'intercessione di un Santo o della Vergine Maria (Xairetismoi ths Theotokou).
L'Ufficio di Compieta riprende nella sua parte finale: il Trisagion, differenti lunghe preghiere (una a Cristo un'altra alla Vergine Maria, una pure all'angelo custode).
L'Ufficio termina con una litania finale (ektenìa).
Ad un breve esame comparativo, si nota anche qui come il piccolo Ufficio di Compieta non sia poi tanto... breve! C'è una logica che fa in modo che le liturgie non durino quasi come il breve battino d'ali d'una farfalla, dal momento che rappresentano un "esercizio", una palestra, per irrobustire lo spirito umano. E chi sarebbe così illuso da pretendere, con una sola flessione, un corpo robusto? Dal momento che queste cose funzionano per i muscoli, perché dovrebbe esserci una legge differente per lo spirito? La tradizione vivente bizantina, laddove esiste, ricorda, ai fin troppo numerosi cristiani superficiali l'importanza di un culto liturgico serio.

Nessun commento:

Posta un commento

Si prega di fare commenti appropriati al tema. Ogni commento irrispettoso o fuori tema non verrà pubblicato.