Benvenuto

Benvenuto su questo blog!

venerdì 27 novembre 2015

Come Berlino nel 1945?

Lo spontaneo crollo di un edificio nella Berlino distrutta del 1945

Nel web c'è un interessante filmato che segnalo qui. Si tratta di Berlino un mese dopo la fine della seconda guerra mondiale. Il film (a colori e con un'ottima definizione) è stato girato in una città distrutta, tra cumuli di macerie e rovine. Mesti e operosi, i berlinesi rimanenti si danno immediatamente da fare per ripulire una città in gran parte fantasma.
Non ho difficoltà a vedere in questo film la metafora della Chiesa, una Chiesa che si è ridotta quasi a livello di questa Berlino. Come a Berlino continuavano a crollare gli edifici, gravemente minati dalle bombe, così oggi continuano a giungerci notizie penose di ambienti e personalità ecclesiastiche la cui autorevolezza crolla dinnanzi agli occhi esterefatti di molti credenti e tra lo sbeffeggio del mondo laico (un fenomeno, questo, che accomuna Oriente e Occidente cristiano).

Un edificio sano non crolla. Un edificio minato sì. Se un edificio è minato, è molto probabile che altri edifici a lui prossimi lo siano, anche se ancora non sono crollati. Se molti edifici sono minati, vuol dire che è successa una guerra, che sono cadute delle bombe. Chi ha lanciato quelle bombe, quando e perché?

È possibile che i berlinesi ciechi non si rendessero compiutamente conto dei disastri immani diffusi nella loro città. Lo intuivano quando crollava qualche edificio, se non altro per il rumore delle macerie e per la polvere diffusa nell'aria.

È possibile che molti, oggi, non si rendano compiutamente conto dei disastri strutturali diffusi in molti ambienti ecclesiastici. Se ne rendono conto quando crolla qualche personalità ecclesiastica, anche se immediatamente c'è chi dice: "No, è solo colpa sua!". 

È come se, nella Berlino del 1945, si fosse detto ai ciechi: "Quest'edificio è crollato perché era mal costruito. Tutti gli altri sono splendidi!".
Ovvio che queste sono menzogne! Lo capiamo, oggi, che ci raccontano menzogne?

Quello che mi auguro è che, come nella Berlino postbellica, così nella Chiesa odierna ci siano persone buone e generose che raccolgono le macerie e, incuranti della stanchezza, fanno pulizia in loro e attorno a loro.

Diversamente, anche la Chiesa rimarrà una città fantasma....

3 commenti:

  1. Certe liturgie, certe realtà ecclesiastiche sono già il fantasma di una Chiesa vera, ormai ridotta al lumicino, di cui si intravedono a malapena solo le fondamenta e i muri portanti.. tutto il resto è stato con "gggioia" distrutto..

    nikolaus

    RispondiElimina
  2. Che dire? Cantiamo:

    Rorate Cœli desúper,
    Et nubes plúant justum.

    Ne irascáris Dómine, ne ultra memíneris iniquitátis:

    Ecce cívitas Sancti facta est desérta:
    Sion desérta facta est: Jerúsalem desoláta est:
    Domus sanctificatiónis tuae et gloriae tuae,
    Ubi laudavérunt Te patres nostri.

    Rorate Cœli desúper,
    Et nubes plúant justum.

    Peccávimus et facti sumus quam immúndus nos,
    Et cecídimus quasi fólium univérsi:
    Et iniquitátes nostrae quasi ventus abstulérunt nos:
    Abscondísti fáciem tuam a nobis,

    Et allisísti nos in mánu iniquitátis nostrae.

    Rorate Cœli desúper,
    Et nubes plúant justum.

    Víde, Dómine, afflictiónem pópuli tui,
    Et mitte quem missúrus es:

    Emítte Agnum dominatórem terrae,
    De pétra desérti ad montem fíliae Sion:
    Ut áuferat ipse jugum captivitátis nostrae.

    Rorate Cœli desúper,
    Et nubes plúant justum.

    Consolámini, consolámini, pópule meus:
    Cito véniet salus tua:
    Quare moeróre consúmeris, quia innovávit te dolor?
    Salvábo te, noli timére,
    Ego énim sum Dóminus Deus túus Sánctus Israël, Redémptor túus.

    Rorate Cœli desúper,
    Et nubes plúant justum.

    RispondiElimina
  3. Non solo è stato distrutto ma ci hanno già costruito da tempo sopra qualcosa che con quello che fu trasmesso da Cristo ai suoi Apostoli ne è esattamente l'opposto.

    Ioannis

    RispondiElimina

Si prega di fare commenti appropriati al tema. Ogni commento irrispettoso o fuori tema non verrà pubblicato.